I siti leggeri rendono di più!

La nostra è una vita stressante: manca il tempo, dobbiamo fare le cose di fretta!


Probabilmente non è la prima volta che senti e percepisci perfettamente il senso di questa frase e come potrai ben capire tutto questo è collegato anche con il mondo dei siti web poiché questi sono al servizio degli utenti.


Utenti che quando entrano in un sito web non hanno il tempo e la fantasia di vedere le idee strabilianti dei tuoi super effetti! Questo concetto purtroppo non è ben entrato nella testa di molti che ancora si ostinano a fare siti dagli effetti supersonici (il culmine lo ha raggiunto flash, ancora qualcuno si azzarda ad adoperare…)


Un utente nel tuo sito già nei primi secondi decide se proseguire oppure abbandonare il sito in base a molti fattori tra i più importanti l'utente si chiede:


- Che cosa mi offre questo sito?

- Può risolvermi il mio problema?

- Quanto ci mette a risolverlo?


Ed è quindi essenziale la presenza di un bel titolo che non sia “disturbato” eccessivamente da animazioni strabilianti, colori eccessivamente accesi o tutto quello che può distorcere l'attenzione dell'utente.


Ecco perchè i siti web minimalisti rendono: fanno incentrare l'attenzione dell'utente sui contenuti!


Quindi ecco 5 cose che devi evitare:


1 - Contenuti in flash, ormai è una tecnica obsoleta e pesante inoltre l'avvento di html5 può sostituire completamente eventuali effetti che fino a poco tempo fa si ottenevano solo con flash


2 - Evita colori eccessivamente accesi, questi potrebbero disturbare l'occhio


3 - I titoli o i contenuti principali metterli sempre nelle parti laterali del sito; infatti è dimostrato che l'occhio dell'utente fa un percorso tipo “zig-zag”


4 - Usa font ben visibili e non fastidiosi: un font poco chiaro eccessivamente complesso impedisce una buona lettura


5 - Usufruisci di video ed immagini in maniera non eccessiva: troppe immagini o troppi video oltre ad appesantire la pagina (e quindi impedire un buon accesso al robot di google) disturba eccessivamente l'utente


Condividi questo articolo